Luca, studente alla facoltà di Educazione Professionale alla statale di Milano, Amante della politica fin dalla giovane età, consigliere comunale nel proprio comune. Ama l'arte in tutte le sue forme. Suona la chitarra in una band ska-punk e scrive poesie.

 

Manca poco alla domenica più attesa di tutto il 2018, il 4 marzo. Le elezioni si avvicinano e si avvicina anche la fine della nostra mini-serie #VersoIl4Marzo giunta ormai alla quarta puntata. Oggi è il turno di Matteo Renzi.

Il leader toscano del Partito Democratico è uno dei personaggi più amati e più odiati della politica nostrana. Capo del Governo fino al 2016 ha abbandonato questa carica dopo la sconfitta nel referendum costituzionale del 4 dicembre 2016. Nel 2017, esattamente il 30 aprile, è stato comunque rieletto segretario del PD grazie alle primarie.

Iniziamo subito con la musica.

Che Cosa Mi Renzi a Fare | Yoshino Sakuzo

Cover della sicuramente più famosa “Che cosa mi manchi a fare?” di Calcutta questa parodia, nella sua ironia, è riuscita a fare un’analisi quanto mai accurata del clima che precedeva il referendum del 4 dicembre. Questo episodio è stato un passaggio fondamentale nella politica italiana degli ultimi anni e non va sottovalutato. Quello del 2016 è il terzo referendum costituzionale della storia della nostra Repubblica e ha segnato la fine del Governo Renzi.

La consultazione referendaria è stata oggetto di altre canzoni, basti pensare alla celebre “Referendum Costituzionale” di Bello Figo ft Don CapucinoThe GyynoZz. Questa canzone, che sfiora le 4 milioni di visualizzazioni su YouTube, è stata sicuramente una, se non la principale, delle cause della sconfitta del .

Tornando seri per un istante bisogna sicuramente partire da questa data per capire la politica di Matteo Renzi, clicca QUI.

 

La Musica Non C’è | Coez

Questa è sicuramente la colonna sonora della campagna elettorale di Matteo Renzi, immortalato in un video proprio mentre canta questo pezzo. Il segretario del PD è sempre attento ad apparire giovane poiché è proprio questa sua caratteristica che lo ha portato al successo. La “rottamazione che ha iniziato ormai anni fa Renzi prima o poi potrebbe colpirlo.

La scelta della canzone sicuramente non è casuale. Coez, che grazie all’ultimo album ha ampliato molto il suo pubblico, incarna la perfetta miscela tra indie pop. Piace un po’ a tutti, come il PD, ed è odiato e insultato un po’ da tutti, come il PD.

Forse Renzi avrebbe dovuto cantare “Votami o faccio un casino“, per ora però ci possiamo accontentare di questo pezzo. Meglio ascoltare la versione di Coez, senza offesa Matteo. (clicca QUI).

 

La Canzone Della Cameriera ( Il Principe In Bicicletta ) | Tre Allegri Ragazzi Morti

Era molto tempo che volevo usare i Tre Allegri Ragazzi Morti nei miei articoli ma non ne ho mai avuto occasione, ma ora è arrivato il momento. Questa è una canzone d’amore, una delle migliori canzoni d’amore che siano mai state scritte.

La bicicletta è sempre stata usata come simbolo da Renzi nel corso della sua carriera politica. La cameriera, a cui giura amore, è l’Italia, stanca e sfruttata. Attorno alla cameriera però gira la figura dell’idiota che cerca di rubarla al principe. Chissà se Renzi, come nella canzone, riuscirà a conquistare la propria cameriera, o se invece, l’idiota gliela ruberà da sotto il naso.

Questa canzone rappresenta inaspettatamente bene la storia d’amore tra Matteo e la propria nazione “così stanca e così logora” (clicca QUI).

 

Ci vediamo settimana prossima con l’ultimo appuntamento di #VersoIl4Marzo. Ringrazio come sempre il Prosperous Club, soprattutto Arianna, Francesco e Yusuf che mi hanno aiutato nella stesura di questo articolo.

Intanto buon ascolto, Saluti Prosperi.