Luca, studente alla facoltà di Educazione Professionale alla statale di Milano, Amante della politica fin dalla giovane età, consigliere comunale nel proprio comune. Ama l’arte in tutte le sue forme. Suona la chitarra in una band ska-punk e scrive poesie.

Benvenuti ad un nuovo appuntamento con la Rubrica Musicale, a parlarvi è sempre il vostro timoniere Luca Cattaneo. Oggi siamo di fronte ad una tappa veramente nuova del nostro viaggio: il Release Radar.

Release Radar, le novità più prospere del panorama musicale.

Vi parlerò di alcune novità sullo scenario musicale, due album appena usciti e un nuovo singolo che ha rotto un silenzio lungo 4 anni. Vorrei partire proprio da questo singolo chiamato “Walk on the water” (https://www.youtube.com/watch?v=FA2w-PMKspo) che segna il ritorno sulla scena dei Thirty second to mars. Questo singolo pubblicato su youtube il 22 agosto anticipa un album di inediti la cui data di pubblicazione non è ancora stata rivelata. Jared Leto, leader della band, ha commentato così l’uscita di questa canzone: “Walk On Water è una canzone per tutti noi. È una canzone sulla libertà, sulla sopravvivenza, sul cambiamento e sul combattere per quello in cui si crede. E’ un brano pieno di ottimismo e speranza, qualcosa che fa parte profondamente del sogno Americano”.

Rimaniamo in tema del sogno americano parlando della seconda novità di oggi ovvero il nuovo album degli LCD Soundsystem intitolato “American Dream“. Anche questo album, come il singolo precedente, rompe un silenzio molto lungo infatti la storica band di James Murphy torna dopo 7 anni. Al contrario del precedente singolo, pieno di ottimismo e speranza, questo album distrugge il sogno americano svolgendo una profonda riflessione sulla fine delle cose, mantenendo uno stile cupo e grottesco per buona parte delle canzoni. Fa eccezione a questo stile “Tonite“, il mio singolo preferito di quest’album (https://www.youtube.com/watch?v=lqq3BtGrpU8), che esprime bene il vecchio concept di disco punk sviluppato dalla band nel corso di tutta la loro carriera e che li ha resi famosi. Presenza fissa in tutto il cd è l’influenza di David Bowie che aleggia in tutti i brani.

L’ultima novità di cui volevo parlarvi è “Villains” l’ultimo album dei Queen of the Stone Age pubblicato il 25 agosto. Questo disco farà molto parlare di sé tra gli appassionati del genere e i fans del gruppo che si sono ritrovati davanti ad un album che rinnova completamente le sonorità della band. Villains è un disco divertente da ascoltare e di sicuro avvicinerà fans giovani alla band. Molti si chiedono il perché della collaborazione di Mark Ronson, produttore di questo album, che a mio parere può aver contribuito in modo molto influente sullo stile più easy di questo disco soprattutto in canzoni dalle sonorità funk come “The way you used to do” (https://www.youtube.com/watch?v=GvyNyFXHj4k).

Non mi resta che augurarvi un buon ascolto, vi aspetto settimana prossima per un nuovo appuntamento della rubrica musicale.