Luca, studente alla facoltà di Educazione Professionale alla statale di Milano, Amante della politica fin dalla giovane età, consigliere comunale nel proprio comune. Ama l’arte in tutte le sue forme. Suona la chitarra in una band ska-punk e scrive poesie.

Pippo Civati, la musica e la politica, oggi nella Rubrica Musicale tutto è Possibile. Politico dalla lunga carriera, incarna lo spirito della sinistra alternativa e trasformista, in continua opposizione a qualcosa o qualcuno. La sua figura è diventata un modello di riferimento per tutti gli eterni secondi condannati dalla vita a perdere sempre. Grazie ai social è diventato idolo delle masse per le sue battaglie a sfondo sociale, vi ricordate la lotta per portare l’Iva sugli assorbenti al 4%? Nel 2013 perde le primarie del PD contro Renzi e nel 2015 fonda Possibile, partito di cui è attualmente segretario.

Parliamo di musica! Negrita – La Tua Canzone

“Resta ribelle, non ti buttare via”

E’ proprio da questa canzone che sono partito per la stesura di questo articolo; erano settimane che mi giravano in testa i Negrita e riflettendo sul testo di questo pezzo mi è apparsa la figura di Civati. Questa canzone non è di sicuro tra le migliori della band di Arezzo per sonorità e stile, un po’ “debole” rispetto ai pezzi classici del gruppo, ma ha riscosso molto successo per il testo in cui si parla di un ragazzo invitandolo a restare ribelle credendo nei propri sogni, sempre. E’ nella figura di questo sognatore che rivedo nell’ombra il nostro caro Pippo, questa è la tua canzone:

“Tutto è in movimento, 
tra pause e mutamento, 
crisi e rivoluzione, 
sarà la tua canzone!” 

https://www.youtube.com/watch?v=JJpwy9pAnXs

Fast Animals and Slow Kids – Forse non è la Felicità

“Un alpinista che non vorrà, quella vetta, ma solo il rischio di cadere giù”

Non potevo non parlare di musica indie, e questa canzone fa proprio al caso nostro. I FASK, band di Perugia, in questo pezzo si chiedono se il vero obbiettivo di una vita sia la felicità o “il percorso per raggiungerla”. In attività dal 2007 sono diventati un punto fisso nel panorama italiano dopo l’uscita, nel 2017, dell’album che porta il nome di questo singolo. Le loro sonorità li portano ad essere inquadrati nell’ambiente dell’alternative rock e del post-punk, ma uno stile singolare li rende unici e molto riconoscibili. I FASK si sono chiesti che cos’è la felicità, e rispondono a modo loro, demolendo l’idea che bisogna “arrivare” per sentirsi completi, senza però godersi il viaggio. E forse anche per il nostro amico Pippo è così, non è importante il successo, ma cosa si fa per raggiungerlo. Possiamo dargli torto?

“Forse non è la felicità ciò che voglio 
ma il percorso per raggiungerla 
Un alpinista che non vorrà quella vetta 
ma solo il rischio di cadere giù”

https://www.youtube.com/watch?v=7Lg5Y5wSmE4

Jovanotti – Oh, vita

Qualche giorno fa, esattamente il 13 novembre, è uscito il nuovo singolo di Jovanotti: “Oh, Vita” singolo che darà il nome al nuovo lavoro dell’artista toscano. In questo caso non è il testo che mi ha portato a pensare al segretario di Possibile ma lo stile con cui Lorenzo Cherubini torna sulla scena. La strofa rappata di questo pezzo ci fa tornare negli anni ’90 e il ritornello è uno di quei ritornelli che basta sentirli una volta per farli rimanere in testa. Ma cosa c’entra tutto questo con il nostro Civati? Secondo me molto, ad esempio la ricerca di uno stile giovanile, che possa piacere a molti, oppure l’ottimismo di fondo che caratterizza i movimenti della Sinistra Petalosa”. Jovanotti dedica questa canzone alla vita e secondo me a chi della vita ancora si fida, come Pippo.

ho il passaporto italiano e un cuore mediterraneo 
working class hero con un amore spontaneo”

https://www.youtube.com/watch?v=9-GNzvc7j3A

E secondo voi, quale canzone rappresenta bene il nostro Pippo Civati?

Per oggi è tutto, alla prossima Prosperi, Buon Ascolto!

 

 

Ti potrebbe interessare anche: