Studente romano di scienze politiche, appassionato di economia, serie TV, politica, soprattutto statunitense, e scrittura. La fusione delle ultime due ha portato alla collaborazione con il Prosperous Network.

Il rappresentante repubblicano Steve Scalise, congressista della Louisiana e leader della maggioranza alla Camera, è stato colpito, fortunatamente in modo non fatale, durante una sparatoria.
Il luogo dell’incidente è lo stadio di baseball di Alexandria, Virginia. I repubblicani, infatti, si stavano allenando in vista di una partita di beneficenza durante la quale affronteranno i rappresentanti del Partito Democratico. Oltre a Scalise, sono stati colpiti anche due poliziotti e Zack Barth, membro dello staff del rappresentante texano Roger Williams, uno degli allenatori della squadra.

Molti senatori, visibilmente sotto shock, hanno rilasciato delle dichiarazioni. Tra queste, particolarmente significative sono quelle di Rand Paul, senatore del Kentucky, secondo il quale nessuno sarebbe sopravvissuto se non ci fosse stata la polizia presente, e quella di Ron DeSantis, Florida, che ha detto di aver parlato con un uomo un paio di minuti prima della sparatoria. L’uomo gli avrebbe chiesto a quale partito appartenessero i congressisti presenti.
Resta ancora da stabilire, però, se l’uomo che ha posto la domanda sia l’autore del gesto, che è stato identificato dalla polizia. Si tratterebbe di James T Hodgkinson, un uomo di 66 anni proveniente da Belleville.
Stando al suo profilo Facebook, egli usava toni molto duri nei confronti di Donald Trump e si professava fan del senatore del Vermont Bernie Sanders, per il quale sembra aver partecipato attivamente come volontario durante la campagna per la presidenza
Ovviamente, i democratici hanno già espresso la loro vicinanza nei confronti di Scalise e di tutti i soggetti coinvolti, e hanno duramente condannato l’atto.

Significativo è il messaggio di Gabrielle Gibson, ex rappresentante dell’Arizona e membro del DNC che, l’8 gennaio 2011, fu colpita da un colpo di pistola esploso durante un comizio a Tucson. Il responsabile, Jared Loughner, uccise sei persone, tra le quali il giudice conservatore John Roll.

Bisogna, infine, sottolineare  il gesto del rappresentante dell’Ohio, Brad Wenstrup, laureato in medicina e veterano in Iraq, che ha probabilmente salvato la vita a Scalise cercando di bloccare l’emorragia usando una cinta.

Il Presidente Donald Trump, dopo aver espresso il suo supporto con un tweet, ha convocato una conferenza stampa, nel corso della quale ha annunciato l’uccisione di Hodgkinson da parte delle forze di polizia.

Scalise, 51 anni, è al suo quinto mandato come Rappresentante al Congresso ed è noto per essere l’uomo che spesso agisce da mediatore tra i repubblicani più intransigenti (nel 2012 è stato Presidente del Republican Study Committee, il blocco repubblicano più conservatore all’epoca) e quelli dalle visioni meno conservatrici.
Qualche anno fa fu travolto da uno scandalo dopo che furono diffuse prove riguardanti un suo discorso tenuto, nel 2002,  ad un  gruppo guidato dall’ex leader del KKK David Duke.
Nel 2015 attirò di nuovo l’attenzione per aver abbandonato la corsa per divenire Speaker alla Camera perché riteneva l’inchiesta su Benghazi un attacco personale nei confronti di Hillary Clinton.

Ti potrebbe interessare anche: