Studente di Pieve di Cadore. Appassionato di politica da sempre, da un paio d'anni mi sono interessato anche a quella britannica, i libri e la cultura anglosassone sono la mia passione.


I Casamonica, l’economia e le commissioni di vigilanza sono i temi di oggi: vediamoli insieme.


CONTRO I CASAMONICA VINCE LO STATO: 37 ARRESTI

Alle prime luci dell’alba gli uomini dell’arma arrestano 33 persone, 4 sono ricercate, tra Roma e la Calabria

Agosto 2015, funerale-show di Vittorio Casamonica, è da qui che partono le indagini che ieri hanno portato all’arrestato di 33 persone tra la Capitale, Reggio Calabria e Cosenza; altre 4 persone sono ricercate in seguito ad ordinanza del Gip. Il più conosciuto degli arrestati di oggi – primo giro di vite della magistratura tra i Casamonica – è Domenico Spada, amico del parlamentare Cinque Stelle Dessì, al quale l’arma ha sequestrato oggi anche la palestra personale nella Capitale.

Le persone minacciate dal clan arrivavano a pagare fino al 1000% di tasse ai Casamonica, tutto per colpa della paura che il clan instaurava nelle persone minacciate:

Nessuno viene a bussare dove sto io

Diceva Giuseppe Casamonica, leader del clan, arrestato oggi. Tra le vittime dei Casamonica anche il comico Baldini ed il figlio di Franco Zeffirelli.

https://twitter.com/matteosalvinimi/status/1019115338108203008



Tria: meno tasse e pace fiscale

Il Ministro dell’Economia descrive l’azione del Governo in materia fiscale: “Il fisco deve favorire estinzione debiti e non guardare solo a riscossione”

Il Ministro dell’Economia Tria, finito al centro di alcune polemiche sul DL Dignità nei giorni scorsi, ha illustrato ieri le linee programmatiche del Governo in materia economica. Nelle parole del Ministro ci sono Flat Tax, pace fiscale – da non confondere con il condono, l’abbassamento della pressione fiscale e la crescita, punto che Tria ritiene fondamentale. “(Le previsioni per il 2019, ndr) indicano un rallentamento delle economie dei principali paesi europei e questo avrà impatto anche sull’economia italiana per le forti interdipendenze” dice il Ministro in Senato.

“La data di introduzione della fatturazione elettronica non subirà modifiche. Dal primo gennaio 2019 sarà un obbligo generalizzato. Sarà mio preciso impegno fare in modo che i servizi siano disponibili e che tutti i soggetti passibili di Iva possano prendere confidenza con il sistema” dice Tria sulla fatturazione economica. Altro punto cardine del contratto di Governo è la Flat Tax sulla quale Tria dice di aver creato una task force per valutarne costi e spese. “Il valore dei crediti deteriorati si è stabilizzato attorno a quelli pre-crisi e c’è un calo significativo dello stock” dice Tria, negando una riforma della legge sulle banche di credito coperativo.



guerini al copasir, barachini alla vigilanza rai

C’è l’accordo tra maggioranza e opposizione per portare Lorenzo Guerini al Copasri (Commissione di vigilanza sui servizi segreti) e Alberto Barachini alla Commissione di Vigilanza Rai. È ancora in bilico invece l’accordo sul Cda della RAI – per il quale il Parlamento elegge quattro membri, due li nomina il Mef e uno i dipendenti dell’azienda – anche se ogni partito (M5s, Lega, Fdi e Pd) dovrebbe ricevere una delle quattro nomine.

Manca ancora inoltre da nominare, in questo caso all’interno dell’area di Governo il direttore generale della RAI. Domani alle 9 si eleggerà il Presidente della Commissione di Vigilanza, alle 11 Camera e Senato faranno le loro nomine: il Movimento 5 Stelle ha già individuato il nome di Beatrice Coletti mentre FdI ha individuato Giampaolo Rossi, incertezze nel PD tra l’uscente Borioni, Santoro o Mauro Felicori. Entro questa settimana il Consiglio dei Ministri dovrebbe individuare anche il DG.

COMPOSIZIONE DEL CDA RAI 4 MEMBRI NOMINATI DAL PARLAMENTO, 2 DA CAMERA E 2 DA SENATO 2 MEMBRI NOMINATI DAL MINISTERO DELL'ECONOMIA 1 MEMBRO ELETTO DAI DIPENDENTI RAI