Studente di Pieve di Cadore. Appassionato di politica da sempre, da un paio d'anni mi sono interessato anche a quella britannica, i libri e la cultura anglosassone sono la mia passione.


I temi di oggi sono i Migranti, il DL Dignità ed il vertice Trump-Putin ad Helsinki: vediamoli insieme.

SALVINI VUOLE LE DIMISSIONI DI BOERI, CAPO INPS

Pace fatta tra Di Maio e Tria che cercano la “manina” che avrebbe compromesso la relazione tecnica.

Si placa la discussione tra i Ministri del Lavoro di Maio e dell’Economia Tria. Nella giornata di ieri i due diffondono una nota congiunta in cui si specifica che non vi è nessuna incomprensione tra di loro e che i Ministeri collaborano proficuamente.

Le stime dell’Inps sono prive di basi scientifiche e in quanto tali discutibili

È poi da queste parole di Tria che il Ministro dell’interno Salvini prende spunto nel pomeriggio per attaccare il Presidente dell’INPS Tito Boeri. Il Segretario della Lega sostiene che per lui è normale che se un funzionario pubblico è contrario all’azione del Governo che dovrebbe rappresentare allora deve dimettersi. Immediata la replica di Boeri “I dati non si fanno intimidire”.



MIGRANTI, PRIMI CENNI DI AIUTO DAI PAESI UE

Si aprono spiragli di speranza dopo che numerosi paesi si offrono di accogliere migranti contesi tra Malta ed Italia, ma Praga attacca.

Sono ad ora cinque i paesi che hanno annunciato l’intenzione di farsi carico di alcuni migranti a bordo delle due navi a largo di Pozzallo. Dopo la conferma di Francia e Malta anche Germania, Spagna e Portogallo promettono all’Italia aiuto sulla questione Protector-Monte Sperone. Soddisfazione da parte del nostro Governo: “Questa è la responsabilità e la solidarietà che abbiamo sempre chiesto” scrive il Premier Conte su Facebook.

Duro però l’attacco che arriva da Praga dal Premier Ceco Babiš che commenta la decisione dell’Italia definendola “la strada per l’inferno” – la Repubblica Ceca fa infatti parte del gruppo di Visegrad, da sempre contrario alla ricollocazione dei migranti.

A Babiš risponde Salvini dicendo “Ci diano una mano a soccorrere tutti e a riaccompagnarli in Libia. […] Adesso tutti in Ue si sono resi conto che non possiamo accogliere solo noi. Ma l’obiettivo finale è il blocco delle partenze, non la suddivisione a livello europeo”. Intanto sulle due navi arriveranno viveri necessari per altre 24 ore.



DOPPIO ATTACCO DI TRUMP ALL’UE: “NOSTRI NEMICI”

E la Premier britannica May svela il consiglio di Trump a fare causa all’Unione.

Sono durissime le parole rilasciate da Donald Trump alla Cbs prima di partire per Helsinke, dove incontrerà Vladimir Putin. “Non lo si crederebbe, ma l’Unione europea è un nostro nemico. Ben più di Cina e Russia”, così il Presidente americano, molto critico sull’Unione soprattutto riguardo alle posizioni sul commercio. Secondo the Donald la Russia e la Cina sarebbero nemici minori, ma solo economicamente.

Prova ad arginare le sue parole il Donald europeo, Donald Tusk, presidente della Commissione europea che in un tweet conferma che “L’Unione e gli stati Uniti sono grandissimi amici”.

Un altro attacco da parte del Presidente americano lo svela nella mattinata di ieri la premier britannica May che rivela che Trump, nel loro incontro di venerdì, le avrebbe detto di “fare causa all’Unione” piuttosto che continuare a negoziare sulla Brexit. Questa idea è parsa però “brutale” alla May che non l’avrebbe nemmeno presa in considerazione.


muore mandelli, primo a studiare le leucemie in italia

Addio al nostro presidente, professor Franco Mandelli, una vita dedicata alle malattie del sangue e alla solidarietà

L’AIL, associazione da lui fondata, da così la notizia della morte di Franco Mandelli, luminare negli studi sulla leucemia in Italia. Mandelli, nato 87 anni fa a Bergamo, si è laureato a Milano nel 1955 per poi trasferirsi prima a Parma e successivamente a Roma, dove diventa una figura di spicco nella lotta alle malattie del sangue, in particolare contro il linfoma di Hodgkin e delle leucemie acute.



la francia vince i mondiali di calcio 2018

La squadra di Didier Deschamps vince i Mondiali di Calcio FIFA 2018 in Russia. Termina 4 a 2 la sfida con la Croazia, che per la prima volta raggiungere la finale del Campionato di calcio internazionale.