Luca, studente alla facoltà di Educazione Professionale alla statale di Milano, Amante della politica fin dalla giovane età, consigliere comunale nel proprio comune. Ama l’arte in tutte le sue forme. Suona la chitarra in una band ska-punk e scrive poesie.

Buongiorno Prosperi e, come ogni mercoledì, ben ritrovati alla rubrica musicale del Prosperous Network.

Tra musica e poesia

Queste due arti sono sempre state tra le mie passioni fin dalla più tenera età. La connessione è scontata, basta pensare a quante volte abbiamo detto la frase: “il testo di questa canzone è pura poesia.” La mia riflessione di oggi però non vuole essere scontata, anzi, voglio provare a presentarvi degli artisti che forse non conoscete.

Non perdiamo tempo ed iniziamo subito con la musica

Tutte le Cose Inutili

Le idee sono mille, ordinale”

Ho conosciuto questo gruppo quasi un anno fa, grazie al loro profilo Instagram (che vi linko QUI) molto attivo e ben strutturato. Sono un Duo toscano di giovani musicisti che si autoinseriscono nella scena del cantautorato punk, definizione che calza a pennello la loro musica. Dal punto di vista puramente musicale la band, formato da chitarra e batteria, manca di qualcosa. A compensare questa lacuna però ci sono dei testi pesanti e traboccanti di significato che catturano l’attenzione dell’ascoltatore. I loro brani non risultano mai scontati, anzi sono una storia da ascoltare fino alla fine. L’ultimo album era venduto in compagnia di un libro di poesie e altre fogli stracci. La particolarità di questo gruppo è proprio quella di unire la musica e la poesia in un prodotto unico e molto riconoscibile.

L’uso dei social è fondamentale per i TLCI, basta notare che il numero dei loro Followers su Instagram è più alto rispetto al numero di visualizzazioni di molte loro canzoni su YouTube. Nonostante questo hanno dimostrato la voglia di portare la loro musica in giro per l’Italia in svariati tour infiniti; ricominceranno a viaggiare nel 2018 dopo l’uscita del loro nuovo disco Non Ti Preoccupare” in programma per il 26 gennaio.

Io sto aspettando con ansia quella data, intanto voi potete ascoltarli QUI

 

Gio Evan

“A quelli che volevano scendessi dalle nuvole ora sto ancora più in alto”

Diametralmente opposto è il percorso di Gio Evan, scrittore, poeta, cantautore e performer che deve la sua fama principalmente alle poesie. Anche per questo artista l’uso dei social è fondamentale, parte del suo successo è dovuto al gioco di sua invenzione “La Balena Felice” parodia della “blue whale” diventato virale su Facebook.

Anche se la musica è sempre stata uno dei suoi interessi, il suo lavoro si è concretizzato a Maggio con l’uscita del singolo “Più in alto” che anticipa il suo primo album in uscita nel 2018. Questo singolo è in completa sintonia con la filosofia dell’artista sempre positivo e innamorato della vita. Una canzone molto valida dal mio punto di vista che si colloca bene tra il pop e l’indie.

Forse è arrivato il momento, per Gio, di diventare veramente un musicista; ma questo potete dirmelo voi. E mentre lui continua con i suoi spettacoli teatrali voi potete ascoltarlo QUI 

Alla prossima Prosperi, Buon Ascolto.