Studente di Scienze Politiche all'Alma Mater Studiorum di Bologna, fondatore e scrittore per il Prosperous Network, nel tempo libero divoro libri e serie TV.

Caracas, Venezuela; una forte esplosione avvenuta durante una manifestazione anti governativa ha ferito 7 agenti di polizia ad Altamira, Caracas.

I manifestanti hanno anche costruito delle barricate sull’autostrada nei pressi di Caurimare per contrastare l’arrivo di ulteriori squadre mobili della Guardia Nazionale.

La GN sta reprimendo le proteste con la violenza e secondo alcuni report anche con l’uso delle armi da fuoco in dotazione.

I disordini avvengono in una giornata storica per il Venezuela, oggi infatti in tutto il paese si vota per l’elezione della Assemblea Nazionale Costituente, un organo di 545 membri con poteri illimitati di riforma dello Stato e di modifica dell’ordinamento giuridico. 

Il voto è stato indetto dal presidente Nicolas Maduro, nonostante l’opposizione di gran parte della società civile. La coalizione di opposizioni ha boicottato il voto e ha invitato a protestare, ma per oggi il governo ha vietato le manifestazioni pubbliche.

Un candidato all’Assemblea nazionale costituente è stato ucciso a colpi d’arma da fuoco in Venezuela a Ciudad Bolivar, capitale dello Stato meridionale di Bolivar. 

Rimasto a terra senza vita anche Ricardo Campos, 30 anni, leader dell’opposizione, ucciso durante una manifestazione a Cumana, nel nordest del Paese.